g / G

g   sf/m ♦ (settima lettera dell’alfabeto italiano) g / G (f), sa gi: settima lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere, solo davanti a A, O, U, R, due suoni consonantici velari, che sono però tra loro allofoni: 1. la consonante occlusiva velare sonora (in caratteri

g / G

g   sf/m ♦ (settima lettera dell’alfabeto italiano) g / G (f), sa gi: settima lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere, solo davanti a A, O, U, R, due suoni consonantici velari, che sono però tra loro allofoni: 1. la consonante occlusiva velare sonora (in caratteri

d / D

d   sf/m ♦ (quarta lettera dell’alfabeto italiano) d / D (f), sa di: quarta lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni consonantici alveolo-dentali, che sono però tra loro allofoni: 1. la consonante occlusiva alveolare sonora (in caratteri IPA [d]) all’inizio di parola e in

d / D

d   sf/m ♦ (quarta lettera dell’alfabeto italiano) d / D (f), sa di: quarta lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni consonantici alveolo-dentali, che sono però tra loro allofoni: 1. la consonante occlusiva alveolare sonora (in caratteri IPA [d]) all’inizio di parola e in

b / B

b   sf/m ♦ (seconda lettera dell’alfabeto italiano) b / B (f), sa bi: seconda lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni consonantici bilabiali, che sono però tra loro allofoni: 1. la consonante occlusiva bilabiale sonora (in caratteri IPA [b]) all’inizio di parola e in

b / B

b   sf/m ♦ (seconda lettera dell’alfabeto italiano) b / B (f), sa bi: seconda lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni consonantici bilabiali, che sono però tra loro allofoni: 1. la consonante occlusiva bilabiale sonora (in caratteri IPA [b]) all’inizio di parola e in

o / O

o   sf/m ♦ (tredicesima lettera dell’alfabeto italiano) o / O (f), sa o: quattordicesima lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni vocalici  ed è presente all’inizio e in corpo di parola in derivazione da -O- latina sia breve che lunga; in fine

o / O

o   sf/m ♦ (tredicesima lettera dell’alfabeto italiano) o / O (f), sa o: quattordicesima lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni vocalici  ed è presente all’inizio e in corpo di parola in derivazione da -O- latina sia breve che lunga; in fine

e / E

e   sf/m ♦ (quinta lettera dell’alfabeto italiano) e / E (f), sa e: quinta lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni vocalici  ed è presente all’inizio e in corpo di parola in derivazione da -E- latina sia breve che lunga; in fine

e / E

e   sf/m ♦ (quinta lettera dell’alfabeto italiano) e / E (f), sa e: quinta lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni vocalici  ed è presente all’inizio e in corpo di parola in derivazione da -E- latina sia breve che lunga; in fine

i / I

i   sf/m ♦ (nona lettera dell’alfabeto italiano) i / I (f), sa i: nona lettera dell’alfabeto sardo; 1. esprime in genere un suono vocalico (l’anteriore chiusa non arrotondata, in caratteri IPA [i]), presente in tutte le posizioni di parola in derivazione da

i / I

i   sf/m ♦ (nona lettera dell’alfabeto italiano) i / I (f), sa i: nona lettera dell’alfabeto sardo; 1. esprime in genere un suono vocalico (l’anteriore chiusa non arrotondata, in caratteri IPA [i]), presente in tutte le posizioni di parola in derivazione da

a / A

a   sf/m ♦ (prima lettera dell’alfabeto italiano) a / A (f), sa a: prima lettera dell’alfabeto sardo; esprime un suono vocalico (l’anteriore aperta non arrotondata, in caratteri IPA [a]), presente in tutte le posizioni di parola in derivazione da -A- latina

a / A

a   sf/m ♦ (prima lettera dell’alfabeto italiano) a / A (f), sa a: prima lettera dell’alfabeto sardo; esprime un suono vocalico (l’anteriore aperta non arrotondata, in caratteri IPA [a]), presente in tutte le posizioni di parola in derivazione da -A- latina

c / C

c   sf/m ♦ (terza lettera dell’alfabeto italiano) c / C (f), sa ci: terza lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere quattro suoni consonantici, due primari (uno velare e uno palatale) e due secondari (uno velare e uno palatale): 1. il primo suono primario (l’occlusiva velare

c / C

c   sf/m ♦ (terza lettera dell’alfabeto italiano) c / C (f), sa ci: terza lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere quattro suoni consonantici, due primari (uno velare e uno palatale) e due secondari (uno velare e uno palatale): 1. il primo suono primario (l’occlusiva velare

p / P

p   sf/m ♦ (quattordicesima lettera dell’alfabeto italiano) p / P (f), sa pi: quindicesima lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni consonantici: 1. uno primario (l’occlusiva bilabiale sorda, in caratteri IPA [p]) all’inizio di parola in posizione assoluta e in corpo di parola in

p / P

p   sf/m ♦ (quattordicesima lettera dell’alfabeto italiano) p / P (f), sa pi: quindicesima lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni consonantici: 1. uno primario (l’occlusiva bilabiale sorda, in caratteri IPA [p]) all’inizio di parola in posizione assoluta e in corpo di parola in

t / T

t   sf/m ♦ (diciottesima lettera dell’alfabeto italiano) t / T (f), sa ti: diciottesima lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni consonantici: 1. uno primario (l’occlusiva alveolare sorda, in caratteri IPA [t]) all’inizio di parola in posizione assoluta e in corpo di parola in nessi

t / T

t   sf/m ♦ (diciottesima lettera dell’alfabeto italiano) t / T (f), sa ti: diciottesima lettera dell’alfabeto sardo; può esprimere due suoni consonantici: 1. uno primario (l’occlusiva alveolare sorda, in caratteri IPA [t]) all’inizio di parola in posizione assoluta e in corpo di parola in nessi

u / U

u   sf/m ♦ (diciannovesima lettera dell’alfabeto italiano) u / U (f), sa u: diciannovesima lettera dell’alfabeto sardo; 1. può esprimere un suono vocalico (la posteriore chiusa arrotondata, in caratteri IPA [u]), presente in tutte le posizioni di parola in derivazione da -U-

u / U

u   sf/m ♦ (diciannovesima lettera dell’alfabeto italiano) u / U (f), sa u: diciannovesima lettera dell’alfabeto sardo; 1. può esprimere un suono vocalico (la posteriore chiusa arrotondata, in caratteri IPA [u]), presente in tutte le posizioni di parola in derivazione da -U-

v / V

v   sf/m ♦ (ventesima lettera dell’alfabeto italiano) v / V (f), sa vu: ventesima lettera dell’alfabeto sardo; esprime un suono consonantico (la fricativa labio-dentale sonora, in caratteri IPA [v]); è presente all’inizio e in corpo di parole entrate in sardo

v / V

v   sf/m ♦ (ventesima lettera dell’alfabeto italiano) v / V (f), sa vu: ventesima lettera dell’alfabeto sardo; esprime un suono consonantico (la fricativa labio-dentale sonora, in caratteri IPA [v]); è presente all’inizio e in corpo di parole entrate in sardo

w / W

w   sf/m ♦ (lettera di vari alfabeti stranieri, non presente in quello originario italiano) w / W (f), sa vu dòpia: lettera non presente nell’alfabeto sardo; si trova solo in alcune parole straniere entrate nell’uso comune anche in sardo

w / W

w   sf/m ♦ (lettera di vari alfabeti stranieri, non presente in quello originario italiano) w / W (f), sa vu dòpia: lettera non presente nell’alfabeto sardo; si trova solo in alcune parole straniere entrate nell’uso comune anche in sardo

y / Y

y   sf/m ♦ (lettera di vari alfabeti stranieri, non presente in quello originario italiano) y / Y (f), sa i grega o ìpsilon: lettera non presente nell’alfabeto sardo; si trova solo in alcune parole straniere entrate nell’uso comune anche in sardo

y / Y

y   sf/m ♦ (lettera di vari alfabeti stranieri, non presente in quello originario italiano) y / Y (f), sa i grega o ìpsilon: lettera non presente nell’alfabeto sardo; si trova solo in alcune parole straniere entrate nell’uso comune anche in sardo

x / X

x   sf/m ♦ (lettera di vari alfabeti stranieri, non presente in quello originario italiano) x (f), sa scèscia: ventunesima lettera dell’alfabeto sardo; esprime un suono consonantico (la fricativa postalveolare sonora, in caratteri IPA [ʒ]); è presente solo in corpo di

x / X

x   sf/m ♦ (lettera di vari alfabeti stranieri, non presente in quello originario italiano) x (f), sa scèscia: ventunesima lettera dell’alfabeto sardo; esprime un suono consonantico (la fricativa postalveolare sonora, in caratteri IPA [ʒ]); è presente solo in corpo di

z / Z

z   sf/m ♦ (ventunesima lettera dell’alfabeto italiano) z / Z (f), sa zeta: ventiduesima lettera dell’alfabeto sardo; esprime un suono consonantico (l’affricata alveolare sonora, in caratteri IPA [dz]); è presente all’inizio e in corpo di parole entrate in sardo da lingue

z / Z

z   sf/m ♦ (ventunesima lettera dell’alfabeto italiano) z / Z (f), sa zeta: ventiduesima lettera dell’alfabeto sardo; esprime un suono consonantico (l’affricata alveolare sonora, in caratteri IPA [dz]); è presente all’inizio e in corpo di parole entrate in sardo da lingue

zeta

zeta   sf/m ♦ (nome della ventunesima lettera dell’alfabeto italiano) zeta (f) (nòmini de sa de bintiduas lìteras de s’alfabetu sardu) ◙ LOC ▪ dall’a alla z. de conca a peis, de s’inghitzu a s’acabu, de sa A a sa Zeta

zeta

zeta   sf/m ♦ (nome della ventunesima lettera dell’alfabeto italiano) zeta (f) (nòmini de sa de bintiduas lìteras de s’alfabetu sardu) ◙ LOC ▪ dall’a alla z. de conca a peis, de s’inghitzu a s’acabu, de sa A a sa Zeta

zinco

zinco   sm CO   diz.uso ◊ zingu

zinco

zinco   sm CO   diz.uso ◊ zingu

zingaro

zingaro   sm AD   diz.uso ◊ 1 (membro del gruppo etnico) zìngaru (f. -a) ¤ 2 fig (paragone per disordinato, trasandato o irrequieto) guardalo, sembra uno z. castia•ddu, parit unu zìngaru ¤ fèrmati, sei peggio d’uno z. assenta•tì ca ses peus de unu zìngaru

zingaro

zingaro   sm AD   diz.uso ◊ 1 (membro del gruppo etnico) zìngaru (f. -a) ¤ 2 fig (paragone per disordinato, trasandato o irrequieto) guardalo, sembra uno z. castia•ddu, parit unu zìngaru ¤ fèrmati, sei peggio d’uno z. assenta•tì ca ses peus de unu zìngaru